La nostra mission

"Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un'arma contro la rassegnazione, la paura e l'omertà. All'esistenza di orrendi palazzi sorti all'improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l'abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore”. Peppino Impastato

L'educazione al senso del bello, alla scoperta delle ricchezze nostre e degli altri: questo è il sentimento che anima e muove la Bottega.

“Siamo anche le storie che abbiamo sentito, le favole con cui ci siamo addormentati da bambini, i libri che abbiamo letto, la musica che abbiamo ascoltato e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato”.
(Tiziano Terzani, Un altro giro di giostra)

La narrazione fa da sempre la parte del leone nella nostra vita: sin da bambine (audio fiabe a gogo), poi adolescenti (con i libri divorati al tramonto con le gambe a penzoloni sul molo), ora adulte più che mai, lettrici clandestine nei ritagli di tempo rubati al sonno e alle pause), nella nostra vita vediamo tutto attraverso gli occhi della narrazione. Un valore aggiunto quando, da uditrici siamo passate a narratrici: prestare la voce ai personaggi per renderli vivi nella fantasia dei nostri figli è diventato un privilegio, smuovere la nostra, per inventarne di nuovi è ancora narrazione.
La narrazione è dappertutto, risveglia la fantasia, incanta, rapisce in mondi paralleli, autentici ed inesistenti al tempo stesso.


In realtà, noi siamo ancora bambini. Vogliamo trovare un compagno di giochi per i nostri pensieri e sentimenti. 
 
(Wilhelm Stekel) 

La bottega nasce dal desiderio di raccogliere tutte queste narrazioni e di condividerle, per non lasciarle svanire nel dimenticatoio. Ognuno di noi ha ancora bisogno di storie che lo cullino, che curino l’animo, che diano pace.

Ciò che viene fatto ai bambini, essi lo faranno alla società.

(Karl Menninger)

Crediamo fermamente che restituire onore e centralità al potere narrante sia il migliore investimento che si possa fare a vantaggio delle nuove e nuovissime generazioni.
Letture insieme sono tempo dedicato, sono attenzione, sono cura, sono riconoscimento di se stessi. Le voci narranti accompagnano e imprimono nel nostro intimo quel senso di sicurezza, di vicinanza e di conforto che andiamo cercando poi per tutta la vita.

Non ci sono le sette meraviglie del mondo negli occhi di un bambino. Ce ne sono sette milioni.

(Walt Streightiff)

E poi c’è la meraviglia, il lasciarsi stupire, che altro non è che lasciarsi condurre e fidarsi degli altri. Le narrazioni nutrono il senso della meraviglia e regalano speranza, ingrediente prezioso e insostituibile per essere adulti migliori.

“Vorrei che tu venissi da me in una sera d'inverno e, stretti insieme dietro i vetri, guardando la solitudine delle strade buie e gelate, ricordassimo gli inverni delle favole, dove si visse insieme  senza saperlo.”
(Dino Buzzati)

Condivisione è un elemento per noi imprescindibile: Ciò che sai racconti, così come ascolti le storie degli altri. Si crea così un circolo virtuoso di narrazioni viaggianti, che si arricchiscono di colori e di sentimenti.

Ho appena avuto un incontro silenzioso con un bambino di dieci mesi. Ci siamo guardati negli occhi per più di un quarto d’ora. Negli occhi ci sono più parole che nei libri. Il nostro incontro era di tipo metafisico. Mi rallegravo della sua presenza e lui si stupiva della mia. Siamo giunti alla stessa conclusione che ci ha fatto scoppiare a ridere nello stesso momento.
(Christian Bobin)

Altro aspetto affascinante della narrazione è stato scoprire che si declina in mille linguaggi diversi, in mille arti differenti, che in questi anni stiamo scoprendo.

Podcast

FAQ

Hai domande su come acquistare le nostre favole o come diventare un autore?

Leggi le FAQ

Diventa un autore!

Ti diverti a scrivere favole e vorresti pubbilcarne qualcuna?
Pubblica le tue creazioni sul nostro sito.

Registrati
ma prima leggi il regolamento

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email

Contattaci

Se vuoi contattarci per informazioni, suggerimenti o domande inviaci una richiesta o scrivi a info@labottegadellefavole.it, ti ricontatteremo nel minor tempo possibile.